Implantologia

Implantologia

L’implantologia è un ramo dell’odontoiatria che tratta specificamente della sostituzione di elementi dentari mancanti tramite gli impianti dentali. E’ una specializzazione abbastanza recente, fino a pochi anni fa la soluzione adottata per risolvere la mancanza dei denti era fondamentalmente il ricorso a protesi dentali, come ponti o dentiere. L’implantologia è sicuramente una soluzione più efficace nel lungo periodo, difficilmente porterà fastidi, al contrario delle protesi mobili.

Implantologia a carico immediato

Per implantologia a carico immediato intendiamo i casi in cui è possibile posizionare sia l’impianto che il manufatto protesico nella stessa seduta. Solitamente tra la collocazione dell’impianto e l’applicazione del carico si deve attendere dalle 4 alle 12 settimane. Il requisito più importante per poter realizzare un intervento di implantologia a carico immediato è la stabilità dell’impianto. Quando si inserisce un impianto nell’osso questo, durante il periodo di guarigione, detta anche osteointegrazione, non deve subire micromovimenti superiori ai 75Micron. Utilizzando una chirurgia implantare guidata è possibile conoscere, prima di eseguire l’intervento, la posizione esatta di dove verranno inseriti gli impianti. In questo modo possiamo costruire una protesi fissa che si avvita agli impianti anche prima dell’inserimento degli stessi per poterla così solo avvitare al momento in cui eseguiamo l’intervento di inserimento implantare. E’ importante evidenziare il fatto che in questo caso tutte le sedute necessarie per costruire una protesi corretta da un punto di vista funzionale ed estetico vanno eseguite prima dell’inserimento degli impianti. Spesso erroneamente si crede che si possa andare dal dentista ed inserire impianti e protesi a carico immediato in poche ore, ma questo risulta impossibile poiché sono sempre necessarie diverse sedute per la realizzazione della protesi e per la pianificazione dell’intervento.

Implantologia dente singolo

Le persone spesso perdono i denti a causa di traumi, fallimento di trattamenti odontoiatrici, carie o parodontopatie. Oggi è possibile sostituire gli elementi dentari persi grazie agli impianti dentali osteointegrati considerati il sistema chirurgico protesico più duraturo e attendibile per la sostituzione dei denti. Un impianto dentale è "ancorato" direttamente all'osso della mandibola o del mascellare grazie ad un processo biologico chiamato osteointegrazione. La forma e il materiale permettono infatti alle cellule dell'osso umano di crescere attorno e dentro l'impianto in titanio, stimolate anche dalla funzione masticatoria. Un impianto inoltre impedisce che l'osso si riassorba in altezza e larghezza in seguito alla perdita del dente prevenendo quel fenomeno che interessa i mascellari definito atrofia. Grazie alle moderne procedure implantari oggi si può sostituire un singolo dente senza toccare i denti vicini, in precedenza bisognava ridurre i denti vicini per poter preparare una protesi fissa o ponte. Inoltre il grande vantaggio di un intervento di chirurgia implantare è quello di preservare l'osso nel quale viene inserito l'impianto che va a sostituire la radice del dente. Con un ponte fisso l'osso non viene conservato e si riassorbe. Altro vantaggio di un singolo impianto è la possibilità a lungo termine di poter effettuare una migliore igiene e controllo dei tessuti sotto il dente, questo è possibile grazie alla facilità con cui si può smontare la protesi dall'impianto.

Implantologia ponte su impianti

l ponte su impianti dentali in titanio osteointegrati nei mascellari risolve il problema dell’edentulia parziale (mancanza di alcuni denti) senza la necessità di dover ridurre a moncone gli elementi dentali naturali e sani che dovrebbero sacrificarsi per fare da pilastri. In questo caso, sono gli impianti dentali inseriti dal dentista a sorreggere la protesi fissa parziale e non i denti residui del paziente. Il numero di corone di cui il ponte su impianti sarà formato dipende dal numero di denti naturali da sostituire: si può avere una sola capsula su un solo impianto fino alla intera arcata o ponte circolare su impianti.

Implantologia arcata intera

Il carico immediato permette di riabilitare un’intera arcata dentale e di avere denti fissi fin da subito. Anche in questo caso l’impianto deve sempre presentare una stabilità superiore ai 35 Ncm e non deve essere necessaria la rigenerazione ossea per il posizionamento degli impianti dentali. La protesi a carico immediato deve essere sempre avvitata per permettere una sostituzione con la protesi definitiva senza danneggiare gli impianti sottostanti. La protesi a carico immediato può essere realizzata con gengiva finta o senza gengiva: La Protesi con Gengiva Finta si utilizza quando il riassorbimento dell’osso è così importante che i denti risultano troppo lunghi: la gengiva finta in resina o ceramica aiuta a riequilibrare i rapporti tra denti e gengiva. La Protesi Senza Gengiva si utilizza quando si è in presenza di un sorriso gengivale o nei casi in cui vi è poco riassorbimento osseo.

Flapless

L’implantologia transmucosa (flapless) è una tecnica che permette l’inserimento di un impianto dentale senza l’apertura del lembo gengivale, ossia senza provocare una ferita chirurgica e per questo è considerata meno invasiva. L’implantologia tradizionale prevede una prima seduta, in cui viene aperto un lembo gengivale ed inserito l’impianto, e una seconda, in cui viene riaperta la gengiva e applicata la protesi. Con l’implantologia transmucosa invece, viene effettuato un foro circolare sulla gengiva e nel corso della stessa seduta viene inserito l’impianto.