Impronta Digitale

Impronta Digitale

Normalmente, quando viene eseguita una presa dell’impronta tradizionale, si miscela il materiale da impronta in una coppetta per poi distribuirlo su un cucchiaio porta-impronta di forma idonea per le proprie arcate. Successivamente, il porta- impronte con il materiale si inserisce nel cavo orale del paziente e si attende l’indurimento. A materiale indurito, l’impronta si invia all’odontotecnico il quale vi colerà il gesso e studierà il caso sotto le indicazioni dell’odontoiatra. Quando si osserva un’impronta convenzionale, si vede un’immagine negativa della bocca. È difficile se non qualche volta impossibile valutare con precisione la qualità di un’impronta semplicemente valutando il suo negativo. Spesso sono presenti bolle, striature, strappi che possono inficiare la precisione della procedura. L’impronta digitale ha migliorato questo processo e ha reso possibile la valutazione della procedura in tempo reale. Ossia, mediante l’utilizzo di uno scanner intraorale dotato di una piccola telecamera, si scansionano le arcate dentarie in modo tale che queste si possano visualizzare in tempo reale sul monitor di un computer. Così facendo, si eliminano i problemi di un’impronta tradizionale, ovvero:

• Si vede un’immagine ingrandita ad alta risoluzione di com’è realmente l’arcata e non del suo negativo;

• Permette al dentista di vedere la qualità dell’impronta digitale mentre sei ancora sulla poltrona;

• Eventuali errori possono essere visualizzati sul monitor e immediatamente corretti.